5 criteri per scegliere il giusto investigatore privato

  • By CIRO DI PAOLA
  • 20 Feb, 2017
uomo in giacca con macchina fotografica

Vuoi scoprire un tradimento da parte del tuo partner o dei tuoi dipendenti? Affidarsi a un buon investigatore privato è la scelta più giusta per risolvere il problema in modo semplice ed efficace. Scopriamo insieme quali sono le tipologie principali di servizi investigativi e come capire se ci stiamo mettendo nelle mani di un vero professionista del settore.

1 - Non solo piccole investigazioni

In primo luogo, un’agenzia di investigazioni private affidabile offre al cliente un servizio che estende il proprio raggio d’azione non solo alle indagini matrimoniali, ma anche a quelle aziendali, atte a tutelare il segreto industriale, i brevetti depositati, e a valutare possibili presupposti legali per reati come la concorrenza sleale e per i licenziamenti di elementi del personale d’azienda per giusta causa.

2 - Contatti ed esperienza

Un altro elemento discriminante è costituito dalle reti di contatto dell’agenzia stessa: infatti, se questa vanta una vasta rete informativa a livello nazionale e internazionale, le indagini verranno svolte in maniera rapida e approfondita. Fidarsi di chi hai davanti significa anche prendere in considerazione la tipologia, la quantità e la qualità delle esperienze passate: se l’investigatore ha svolto per molto tempo un ruolo istituzionale, per esempio nell’Arma dei Carabinieri, risulterà sicuramente più competente rispetto ad altri privi di esperienza nel campo o semplicemente improvvisati. 

3 - Una solida struttura aziendale

Il terzo punto chiave è rappresentato dal grado di organizzazione strutturale che un’agenzia ha a disposizione: infatti, affidarsi a investigatori tuttofare amatoriali spesso può rivelarsi dispendioso in termini di tempo e denaro. Scegliere un’agenzia con personale specializzato ed esperto in vari rami d’investigazione, invece, ti offrirà la possibilità di avere un’indagine qualitativamente migliore, ottimizzando le risorse investite e garantendo una conoscenza approfondita della materia da investigare. 
raccoglitore ad anelli aperto

4 - Licenze e autorizzazioni

Mai tralasciare questo breve ma importante criterio! Un quarto aspetto da valutare sono i requisiti dell’investigatore: infatti, il personale d’indagine dell’agenzia deve essere in possesso di una valida licenza prefettizia, che dovrà essere esposta all’interno dell’ufficio in modo del tutto chiaro e ben leggibile. Affidarsi a personaggi di dubbia provenienza, privi delle necessarie certificazioni, significa incorrere potenzialmente in ulteriori problemi invece di rapide soluzioni.

5 - Consulenze preliminari

Infine, è bene puntare su di un’agenzia investigativa che offra preventivi trasparenti e consulenze personalizzate, senza pubblicizzare prezzi esageratamente bassi in maniera grossolana: per avere risultati ottimali, infatti, un buon investigatore non può garantire un prezzo fisso e basso, in quanto questo varia in base alla tipologia del caso, nonché alle tabelle orarie prefettizie a cui gli investigatori autorizzati si attengono.

Per verificare che i 5 fattori elencati sopra siano rispettati, non dovrete fare altro che:

  • Leggere i contenuti del sito web dell’agenzia per capire esattamente di cosa si occupa;
  • Verificare gli anni di attività, l’esperienza dell’investigatore e le sue capacità professionali;
  • Richiedere una consulenza gratuita, chiamare, o, meglio ancora, incontrare di persona l’investigatore.

By CIRO DI PAOLA 12 Apr, 2017
Dopo le numerose polemiche degli ultimi anni suscitate dalla possibilità da parte dei datori di lavoro di controllare gli smartphone e i dispositivi mobile dei propri dipendenti, molte aziende hanno deciso di portare avanti la battaglia contro l’assenteismo ingiustificato avvalendosi della consulenza di agenzie di investigazione qualificate e serie, che rappresentano oggi dei veri e propri strumenti immancabili per contrastare i lavoratori fraudolenti e controllare la loro eventuale presenza nell'organigramma aziendale.
By CIRO DI PAOLA 16 Mar, 2017

Stando a un rapporto Istat sull’andamento di matrimoni e divorzi, dal 2008 al 2016 emerge una diminuzione dei matrimoni (da 246.613 a 194.377 e un aumento netto dei divorzi (da 54.351 a 82.469).
Nel 40% dei casi, l’infedeltà coniugale è la causa principale della separazione o del divorzio, stando a quanto afferma l’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani.

By CIRO DI PAOLA 20 Feb, 2017

Vuoi scoprire un tradimento da parte del tuo partner o dei tuoi dipendenti? Affidarsi a un buon investigatore privato è la scelta più giusta per risolvere il problema in modo semplice ed efficace. Scopriamo insieme quali sono le tipologie principali di servizi investigativi e come capire se ci stiamo mettendo nelle mani di un vero professionista del settore.

Share by: